Non è una sensazione piacevole sentirsi sempre inferiori agli altri, un sintomo di insicurezza e bassa autostima. Come diventare più sicuri nelle relazioni interpersonali? Come sviluppare l’autostima? Ecco alcuni consigli che puoi sfruttare ogni giorno per migliorare la tua autostima.

Cosa significa AUTOSTIMA perché e come potenziarla?

L’autostima è quell’Insieme di giudizi valutativi che l’individuo dà di sé stesso (Battistelli, 1994).

La scarsa autostima è qualcosa di profondamente radicato nelle esperienze passate e nel vissuto di una persona.

Le cause di una bassa autostima possono risiedere, per esempio, in una famiglia molto giudicante, una condizione mentale che costruisce un sé iper-critico pronto a generare timori e insicurezze.

Sentirsi a proprio agio con sé stessi influisce positivamente in molte situazioni: migliora la relazione coi colleghi, contribuisce a persuadere i clienti ad acquistare i propri prodotti e aiuta nella vita sentimentale.

Anche le capacità decisionali ne traggono vantaggio: se si crede in sé stessi, si è molto più abili nel difendere i propri diritti anche in situazioni di scontro.

La paura di fallire

Alla bassa autostima si accompagna la paura del fallimento, una situazione paralizzante derivata sempre da esperienze passate negative e sollecitata da queste convinzioni:

  • di non essere degno di eseguire determinati compiti
  • di porsi obbiettivi troppo alti e in fondo irraggiungibili
  • di non percepirsi fisicamente adeguati.

I passi per potenziare l’autostima e trovare la sicurezza in se stessi

  1. Inizia ad aumentare la tua capacità di risolvere i problemi.
    Non fuggire dalle situazioni complicate, anzi cercane per sfidare la paura del fallimento. Affronta il compito con una strategia passo-passo. Non c’è bisogno di sentirti subito pronta/o a dare risposte che pensi siano efficaci per guadagnarti la fiducia altrui, prendi il tuo tempo e organizza le tue azioni.

  2. Accetta l’errore come qualcosa di umano e non necessariamente giudicabile. Forse oggi sei solo tu a giudicare i tuoi errori con estremo rigore. Puoi aver subito commenti e giudizi piccati, ma distingui bene quello che pensi di te da quello che sei e sai fare veramente. Conosci te stesso, prima di “prenderti a sassate”.

  3. Dialoga con il tuo sé cosciente incoraggiandolo con parole positive.
    Il dialogo con noi stessi a valenza positiva è fondamentale per riprogrammare tutto il sistema di credenze che abbiamo costruito nel tempo sabotando la nostra personalità. Se noi, per primi, inviamo messaggi positivi alla nostra mente, è molto probabile che le auto-percezioni possano migliorare.

  4. Migliora l’autocontrollo. Impara a gestire le emozioni siano essere positive o negative. Tutto serve per inquadrare chi sei nelle più svariate situazioni. E chi sei dipende anche dal modo in cui reagisci alle circostanze.

  5. Modifica i tuoi standard cognitivi. Dai il giusto peso alle valutazioni, distingui l’obiettivo dalla sfida. Leggi la realtà con una mente aperta senza attribuire significati troppo personali alle parole o agli atteggiamenti altrui. Non sempre la sensazione di pancia è quella più giusta, soprattutto se sei carente di autostima…

  6. Non partire con i limiti. Se pensi sempre che alzare l’asticella sia troppo rischioso, cadi nell’errore di  influenzare la percezione delle tue capacità in maniera errata. Poniti di fronte al tuo obiettivo con una maggiore oggettività (vedi punto 5) e prosegui a piccoli step.

  7. Valuta l’opportunità di un supporto esterno se capisci che i tuoi ambiti di vita stanno risentendo in modo eccessivo della tua insicurezza e poca autostima.

Per quanto riguarda il mio approccio a questi problemi, la tecnica terapeutica che si rivela estremamente utile è l’ipnosi.

Con l’ipnosi è infatti possibile accrescere la propria autostima, riprogrammando la percezione del sé e delle proprie capacità.

La tecnica funziona perché poggia sostanzialmente su un’immersione di positività che permette di vedere chiaramente le proprie risorse e a  spazzar via pensieri e critiche ostili.

Per informazioni, sono disponibile anche su whatsapp al 329 70 35 376.