Disturbi del Sonno

disturbi del sonno

I disturbi del sonno: come ritrovare il riposo notturno

Soffri di disturbi del sonno?

I disturbi del sonno sono diversi e molteplici, proprio per questa ragione vanno indagati in modo preciso al fine di stabilirne la vera natura.

Infatti, parlare di disturbi del sonno è un po’ troppo generico, ci si riferisce a questa definizione per intendere una macro-categoria all’interno della quale trovano posto:

  • l’insonnia
  • l’Iper sonnolenza
  • la narcolessia
  • la sindrome delle gambe senza riposo.

Le persone che soffrono di uno di questi disturbi cercano un aiuto nella psicoterapia non tanto perché hanno difficoltà a prendere sonno, quindi ad addormentarsi, quanto piuttosto perché subiscono risvegli precoci o frequenti durante la notte, con la conseguente difficoltà a riprendere sonno.

Il sonno è vitale!

Nella nostra esistenza il sonno è vitale e quindi direttamente collegato alla qualità della vita. Perdere ore di sonno comporta tante difficoltà a lungo andare. Ecco perché è bene prendere provvedimenti prima di risentirne a livello psicologico e fisico.

Se il sonno viene disturbato, la persona e le sue relazioni subiscono importanti alterazioni durante lo stato di veglia, ovvero durante la giornata:

  • maggiore irritabilità
  • più fatica nel fare qualsiasi cosa fisica e mentale
  • pensieri continui relativi al sonno
  • minore resa sul lavoro e a scuola
  • mal di testa e stati di tensione.

Con quanta frequenza possono ricorrere i disturbi del sonno?

I disturbi del sonno possono essere persistenti o ricorrenti in certe situazioni, possono manifestarsi solo in un momento particolare della vita per poi svanire oppure ritornare.

Se tornano e se la tua quotidianità viene messa a repentaglio da uno o più disturbi del sonno, la soluzione è quella di affrontarli per quello che sono: disturbi da curare.

Come risolvere i disturbi del sonno?

La psicoterapia è uno strumento di eccellenza per risolvere i disturbi del sonno e insonnia, ma nei casi più gravi è necessario collaborare (come del resto per ogni patologia) con un neurologo che possa dare un aiuto farmacologico.

Studi recenti hanno riportato che spesso il disturbo del sonno è accompagnato da uno stato ansioso o da un disturbo dell’umore.

Per andare a fondo del problema, e per capire la natura del sonno, si può ricorrere a esami molto specifici (nei casi più gravi e invalidanti).

La psicoterapia, inoltre, prevede anche un momento di psicoeducazione, ovvero la persona che soffre di un disturbo del sonno impara piccole ma efficaci strategie per far fronte al disturbo (e non parliamo della conta delle pecore…).

Ad esempio, si possono apprendere informazioni che vanno ad abbassare anche l’ansia di non riuscire a dormire più come prima:

  • che la durata del sonno può variare da persona a persona
  • che per l’essere umano la media di ore necessarie per notte è = 6 ore di sonno
  • che il sonno varia in base all’età e tende a diminuire nel tempo.

Si cerca di limitare quelle credenze sulle conseguenze di una notte insonne, valutando l’entità e il peso dell’ansia scatenata dal pensiero fisso del sonno, con l’obiettivo di eliminare quei pensieri intrusivi legati ad esso, liberando la mente e mantenendo la quiete per il riposo.

Una mente in affanno non contribuirà al tuo riposo psicofisico.

Stai cercando un rimedio ai disturbi del sonno?

Contattami per capire come puoi risolvere questo problema.  

 

Contatti e Recapiti

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la Tua mail qui per rimanere sempre aggiornato.

Seguimi su :

Visit Us On FacebookVisit Us On Instagram