• 22 NOV 18
    • 0

    Ma vai a cagare!

    “MA VAI A CAGARE!” Quante volte abbiamo regalato questa frase a persone che ci erano intorno senza sapere che proprio in queste parole è racchiusa una potente indicazione alla cura???
    Eh si stiamo parlando proprio di questo! Ciò non significa che potete curare la gente, le parole curano quando a gestirle è uno specialista, ma sicuramente vi farà piacere sapere che per questo “problema” esiste una terapia alternativa per riuscire a risolvere , o a gestire, la vostra situazione!
    Ma vediamo nel dettaglio.
    Si parla di stitichezza o stipsi quando la defecazione viene ritenuta insufficiente, ossia quando si verificano una o più delle seguenti condizioni:

    – ridotta frequenza di evacuazione (inferiore alle 2-3 volte la settimana);

    – eliminazione di feci eccessivamente disidratate e/o di scarso volume;

    – evacuazione dolorosa;

    – eccessivo sforzo per l’evacuazione (se si prolunga per più di 10 minuti);

    – necessità del ricorso ad interventi manuali;

    – sensazione di evacuazione incompleta;

    – necessità del ricorso a clisteri o lassativi di vario tipo per arrivare ad evacuare con regolarità.

    Le condizioni che definiscono una regolare attività dell’intestino possono variare da persona a persona.
    E’ fondamentale che ci sia una diagnosi medica organica prima di definirsi tali! Il vostro medico di fiducia potrà definire con voi la presenza o meno della problematica!

    Detto ciò l’ipnosi applicata alla lettura psicosomatica della stipsi può essere un aiuto complementare per la elaborazione dei vissuti emotivi e dei conflitti che portano il soggetto a trattenere una situazione conflittuale .
    Per info o domande troppo personali mi trovate su messenger o su whatsapp al 3297035376
    Per altre info potete seguire la mia pagina fb L’ipnotista – Studio di Psicoterapia 

     

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Cancel reply